Sneakers rosse per donna Scandi hoBFODsjdW

SKU96215304
Sneakers rosse per donna Scandi hoBFODsjdW
Sneakers rosse per donna Scandi
mercoledì, 27 giugno 2018
Vai sul sito Alto Adige
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA RESA AI SENSI DELL’ART.13, D.LGS. 196/2003 CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DI DATI PERSONALI PREMESSE

In questa pagina vengono descritte le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un’informativa che è resa (sul modello di quella adottata dall’Autorità Garante per la protezione dei dati personali) anche ai sensi dell' Longra Le donne solido colore Bow tie commercio internazionale e cachemire scarpe piatte EU Size36 Vino Rosso TKSIvkaYVW
a coloro che interagiscono con i servizi web della Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson, accessibili per via telematica a partire dall’indirizzo: http://www.parkinson.it corrispondente alla pagina iniziale del sito della Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson. L’informativa è resa solo per il sito della Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link. IL "TITOLARE" ED IL "RESPONSABILE" DEL TRATTAMENTO

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il "Titolare" del loro trattamento è la Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson, che ha sede in Milano (Italia), via Zuretti n.35, 20125. Il "Responsabile" del Trattamento è la Signora Ileana Sconfietti, c/o Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson, via Zuretti n.35, 20125 – Milano. L'elenco aggiornato dei Responsabili è disponibile presso la sede del Titolare. LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito saranno effettuati direttamente dall’organizzazione del Titolare presso la propria sede, mediante l’ausilio dei propri Incaricati e Responsabili del trattamento, ovvero per il tramite di soggetti terzi (ad es. imprese e/o società di servizi informatici, imbustamento e postalizzazione), all’uopo nominati Responsabili del trattamento, in conformità con quanto previsto all’art. 29, Codice in materia di protezione dei dati personali, ciascuno esclusivamente per le attività di propria competenza svolte, per conto del Titolare. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato e/o diffuso. TIPI DI DATI TRATTATI E FINALITA' DEL TRATTAMENTO

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano: gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento, e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito; salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di 24 mesi.

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Si precisa che il trattamento riguarderà esclusivamente dati comuni e non riguarderà in alcun modo i dati personali sensibili ( art. 4, comma 1, lett. d, Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali ) e giudiziari ( art. 4, comma 1, lett. e, Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali ). Specifiche informative di sintesi verranno progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta. I dati personali raccolti saranno trattati, in ogni caso, esclusivamente nel perseguimento delle attività della Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson statutariamente previste e cioè: diffondere la conoscenza sulla cura della malattia di Parkinson, comunicare i risultati di attività di studio e di ricerca, promuovere la raccolta di fondi da destinare alla ricerca sulla malattia di Parkinson. In particolare il trattamento e la raccolta dei dati personali ricevuti potrà essere così finalizzato per rispondere ad ogni richiesta inviata agli indirizzi indicati su questo sito e per ogni servizio gratuito reso da questo stesso sito web e richiesto dall’utente: newsletter, forum, donazione on line, invio di notiziari, CD rom o altro materiale della Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson e materiale informativo predisposto e/o selezionato dalla Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson in relazione alle proprie attività o ad attività alle stesse collegate, anche realizzate da soggetti terzi (ad es. pubblicazioni) che perseguono finalità analoghe, simili o connesse, relativamente alla patologia del Malattia di Parkinson e che hanno, a tali fini, un rapporto di collaborazione con il Titolare. Il trattamento riguarderà unicamente dati comuni: la presenza di eventuali dati, qualificabili come sensibili o giudiziari, comporterà la immediata distruzione del relativo messaggio. COOKIES

Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale. L’uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente. FACOLTATIVITA’ DEL CONFERIMENTO DEI DATI

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta alla Fondazione Gigioni per il Morbo di Parkinson o comunque indicati in contatti per sollecitare l’invio di materiale informativo o in altre comunicazioni. Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto. MODALITA’ DEL TRATTAMENTO

Il trattamento dei dati si svolgerà in conformità con quanto previsto all’art. 11 del Codice in materia di protezione dei dati personali e sarà effettuato sia manualmente che con l’ausilio di mezzi informatici e telematici. I dati potranno essere conservati sia in archivi cartacei, sia in archivi elettronici, al fine di consentirne, laddove necessario, l’individuazione e la selezione in forma aggregata per il tempo non eccedente la necessità e la durata del trattamento. In ogni caso il trattamento dei dati avverrà con logiche strettamente correlate alle finalità indicate e con modalità che garantiscano la sicurezza e la riservatezza dei dati medesimi, attraverso l’adozione delle misure minime di sicurezza atte ad impedire l’alterazione, la cancellazione, la distruzione, l’accesso non autorizzato o il trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta, in conformità con quanto disposto dal Codice in materia di protezione dei dati personali e dal relativo disciplinare tecnico (Allegato B). L’eventuale trasmissione dei dati tramite posta elettronica non garantisce livelli di sicurezza che consentano una corretta acquisizione dei dati personali trasmessi dall’utente. Pertanto l’utente dovrà verificare la correttezza dei propri dati personali ed, eventualmente, procedere alla rettifica, aggiornamento o, comunque, modifica dei dati nel corso del trattamento. L’utente dovrà altresì adottare ogni più opportuna misura di sicurezza al fine di impedire ogni pericolo di intercettazione, perdita, alterazione o distruzione dei messaggi di posta elettronica. DIRITTI DEGLI INTERESSATI

I soggetti ai quali si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento, oppure la rettificazione ( Huhua Sandals For Boys Fashion Sandali Bambine Bianco White 39 EU Huhua Sandals For Boys Fashion GoxHm2du3
). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste potranno essere inoltrate al Titolare del trattamento presso la propria sede, in Milano - Via Zuretti n.35 - 20125 - Tel. 02 66710423 - Fax 02 6705283.

强力驱动

Intervista al Dr. Ioannis U. Isaias

Medico Neurologo e Ricercatore presso il Dipartimento di Fisiologia Umana dell'Università degli Studi di Milano ed il Centro Parkinson I.C.P. di Milano

IUI: Anche questa volta, l’idea mi è stata suggerita dai pazienti e dalla pratica clinica. Molti pazienti con malattia di Parkinson (MdP) tremorigena – un argomento su cui ho svolto altre ricerche (si veda l' intervista sul tremore ) – lamentano la comparsa di tremore in situazioni di stress (e.s. come parlare in pubblico o in ambulatorio), oppure in momenti di freddo intenso o dolore. Tutti questi stimoli attivano il sistema noradrenergico.

IUI: Abbiamo studiato il locus coeruleus (LC). Il suo nome deriva dal latino ed è così chiamato perché appare come un nucleo azzurro-grigio. Il LC è il principale nucleo noradrenergico del sistema nervoso centrale ed il principale nucleo di sintesi di noradrenalina. Siamo riusciti a studiare l’attività del LC in modo indiretto, ovvero utilizzando SPECT con [] FP-CIT (n.d.a. DaTSCAN) per quantificare la densità dei recettori NET (proteine per la ricaptazione della noradrenalina).

IUI: Sì, è vero, questo esame viene utilizzato per quantificare la densità recettoriale dopaminergica (DAT) e quindi un’eventuale denervazione. Tuttavia, questo tracciante può legare anche i NET, seppur con minore affinità. Dato che nel LC la concentrazione dei DAT è molto bassa, il segnale ottenuto corrisponde molto probabilmente ai NET.

Attualmente, non sono purtroppo disponibili traccianti più specifici per studiare il sistema noradrenergico in pazienti. Lo studio del LC è molto complesso anche per la sua posizione anatomica scarsamente accessibile, le sue dimensioni molto piccole e la sua attività fasica (n.d.r. intermittente).

IUI: I pazienti sono stati selezionati molto accuratamente. In particolare, abbiamo escluso pazienti con in terapia farmaci attivi sul sistema noradrenergico o con altre malattie di cui è noto un coinvolgimento del sistema noradrenergico (e.g. depressione).

IUI: La densità dei recettori NET, e quindi indirettamente la funzionalità del LC, è aumentata in media del 150% in pazienti con malattia di Parkinson in fase iniziale.

IUI: Ne sono rimasto molto sorpreso. In letteratura, vi sono solo pochi lavori sul LC ed il sistema noradrenergico nella malattia di Parkinson e con risultati contrari a quanto da noi dimostrato! Studi anatomopatologici descrivono un danno del LC in fase molto precoce di malattia, che può anche precedere l'inizio dei sintomi motori. Altri studi, di imaging funzionale, dimostrano un danno del LC in pazienti con MdP con depressione e nelle fasi avanzate di malattia.

IUI: Storicamente la dopamina è stata quasi esclusivamente l'unico oggetto di studio nella malattia di Parkinson da parte dei neurologi. Questo forse è dipeso da diversi eventi: (i) la scoperta anatomopatologica di un danno della substantia nigra in pazienti con MdP, da cui dipendono i sintomi clinicamente obiettivabili; (ii) dai primi modelli animali di MdP, per danno tossico con MPTP del sistema dopaminergico e (iii) dal successivo sviluppo di farmaci dopaminergici (e.g. L-Dopa), molto efficaci sui sintomi motori della MdP.

Numerosi studi di farmacologia e biologia molecolare tuttavia dimostrano un ruolo compensatorio e neuroprotettivo del sistema noradrenergico sul sistema dopaminergico. In effetti, la noradrenalina (i) può legarsi ai recettori dopaminergici attivandoli; (ii) ha funzioni trofiche e determina in modelli animali la sopravvivenza dei neuroni dopaminergici; (iii) aumenta infine la concentrazione di molecole anti-infiammatorie ed inibisce la formazione di sostanze infiammatorie e responsabili di stress ossidativo. Non dimentichiamo che la dopamina e la noradrenalina sono molecole molto simili (n.d.a. la dopamina è convertita in noradrenalina con un solo passaggio enzimatico)!

Con questo studio siamo riusciti a dimostrare, per la prima volta in pazienti con MdP, un aumento dell'attività del LC e quindi del sistema noradrenergico. Ora ci proponiamo di caratterizzare come dopamina e noradrenalina interagiscano nell'insorgenza dei sintomi parkinsoniani; anche da questo potrebbe dipendere la grande diversità fenotipica (n.d.r. dei sintomi) della malattia di Parkinson.

IUI: È chiaro che questo è uno studio preliminare e che deve essere confermato da ulteriori studi, soprattutto data la scarsa specificità del tracciante utilizzato per il sistema noradrenergico. Nel caso in cui il risultato fosse replicato, si potrebbe pensare di usare farmaci che agiscono sul sistema noradrenergico in pazienti con MdP.

IUI: Esistono in commercio già molti farmaci attivi sul sistema noradrenergico, principalmente antidepressivi; ma ci vuole cautela, molti di questi farmaci hanno anche importanti effetti collaterali.

IUI: Ho già in corso uno studio sul sistema noradrenergico in un modello animale di malattia di Parkinson. Stiamo anche cercando di correlare, in alcuni pazienti, l’attività del LC con la presenza e gravità di alcuni sintomi.

IUI: La Germania investe molto di più in ricerca dell'Italia ed i centri tedeschi hanno a disposizione tecnologie, e soprattutto i traccianti per l'acquisizione delle neuroimmagini, non disponibili in Italia.

In Italia, invece, al Centro Parkinson I.C.P. di Milano, abbiamo una casistica di pazienti veramente unica. Mettendo insieme questi due elementi è possibile svolgere importanti ricerche cliniche.

IUI: Proprio così. Fortunatamente, la Fondazione Grigioni sponsorizza anche questi viaggi! In questo modo possiamo continuare le nostre ricerche ed i pazienti hanno accesso ad esami di avanguardia e sperimentali. A questo proposito, vorrei concludere esprimendo la mia riconoscenza e gratitudine alla Fondazione Grigioni per il grande aiuto nella mia attività di ricerca.

IUI: Lo spero! La diagnosi di malattia di Parkinson accomuna sintomi differenti tra loro (e.g. rigidità e tremore!) e che si manifestano in modo molto vario in pazienti diversi. Anche la progressione ed evoluzione di questi sintomi è molto variabile. Credo che si debba innanzitutto comprendere cosa determina questa grande variabilità per conoscere e quindi poter curare la malattia di Parkinson.

Infine, vorrei ringraziare i pazienti, sempre disponibili e generosi nel partecipare ai miei progetti di ricerca. Spero di poterli ringraziare con sempre più utili scoperte.

JH: Dr. Isaias, è comparsa in letteratura una sua ricerca che dimostra un coinvolgimento dei circuiti nervosi noradrenergici nella malattia di Parkinson. Io non ho mai sentito parlare del neurotrasmettitore "noradrenalina" in relazione alla malattia di Parkinson, ma solo di "dopamina". Come ha avuto l'originale idea di pensare alla noradrenalina?

Da oggi il Museo dello Strumento Musicale sarà aperto il giovedì, venerdì e sabato dalle 18:00 alle 20:00.

Per visite guidate o particolari esigenze siete pregati di chiamare al numero 0965893233 nei giorni e negli orari su indicati, oppure scrivete una email a info@mustrumu.it

Sneakers con stringhe per donna Energy U8raB

Posted in Comunicato Stampa On 12 luglio 2016 Comments: Nessun Commento

Tanti giovani scelgono di fare un’esperienza di volontariato e di formazione civile sui terreni e i beni confiscati alle mafie ed ora gestiti dalle cooperative sociali e dalle associazioni. L’obiettivo principale dei campi di volontariato sui beni confiscati alle mafie è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità e giustizia sociale che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto. WILLIAMamp;KATE Pantofole da Doccia Antiscivolo Premium Sandali Comodi da Interno Pantofole da Donna Happy Smile 2Wn1VscZ9x
Caratteristica fondamentale di E!State Liberi è l’approfondimento e lo studio del fenomeno mafioso tramite il confronto con i familiari delle vittime di mafia, con le istituzioni e con gli operatori delle cooperative sociali...

Coro “Olandesi dell’Amendola” ensemble di canzone Mediterranea – 5 maggio 2016 ore 17:30

Posted in Notizie On 2 maggio 2016 Comments: Nessun Commento

Giovedi 5 maggio 2016 dalle ore 17.30 in punto alle 18.45.

Coro “Olandesi dell’Amendolea” diretto dal maestro Harry De Beer.

Il Coro è composto da circa 30 persone che partono dall’Olanda (alcuni senza conoscersi) e creano all’Amendolea un Ensemble per affrontare, come tematica, la canzone Mediterranea. Ritratta di un coro itinerante, infatti,si sposta facendo prove nelle chiese dell’Amendolea, Pentidattilo, Palizzi, Gallicianò, visitando i paesi e portando l’energia della musica nei nostri luoghi. La sfida è quella di trasformare in una settimana un gruppo di 30 persone in un vero e proprio Coro.

Abbiamo voluto fortemente che le prove fossero svolte al Mustrumu e fossero aperte al pubblico è stata scelta così la giornata di giovedì 5 maggio a...

Leggi tutto

Riapre il Museo dello Strumento Musicale di Reggio Calabria

Posted in Eventi , Notizie On 1 aprile 2016 Comments: Nessun Commento

Il giorno è stato fissato consapevoli che c’è tanto lavoro ma certi che la data giusta sia quella del , giorno di liberazione, ed è per questo motivo che il MuStruMu riaprirà proprio in un giorno così ricco di significato.
Liberazione, dalla fuligine, dalle ceneri, liberazione degli strumenti dalle casse che li contengono. Il MuStruMu riapre rialzando la testa, perché in quel drammatico giorno in cui fu incendiato, la cittadinanza ha chiesto che il Museo dello Strumento Musicale potesse tornare a compiere il ruolo.
Il cammino è stato lungo e tortuoso come molti di voi sapranno, fatto di tante azioni di generosità e di alcuni“incidenti di percorso”
Il MuStruMu riaprirà in un rinnovato assetto espositivo, dopo un lungo intervento di ricostruzione della parte di stru...

Il Regista Marco Tullio Giordana in visita al MuStruMu

Posted in Notizie On 13 febbraio 2016 Comments: Nessun Commento

Longra Donne sandali di gomma EU Size40 Beige oeUCA

Social

Il Gruppo

Sandali casual neri con allacciatura elasticizzata per donna Timberland PJ3eGBG
25 Giugno Giu 2018 07 40 25 giugno 2018 25 Giugno 2018 - 07:40

Benvenuti nell’estate 2018, quando Claudio Marchisio e Francesco Totti diventano l’argine nazionalpopolare alla merda che ogni giorno viene sparsa dai vomitatori d’odio (esclusi i fine settimana, avete notato? perché il week end è sacro quasi come l’aperitivo) e intanto rimbomba l’assenza degli , quelli che tutti i giorni sui loro account social o nelle ospitate televisive ci propinano le loro fondamentali idee sul cibo, sull’abbigliamento, sul caldo d’estate e sul freddo d’inverno, sulle molestie subite dagli altri, sulla simpatia di Renzi e dei genitori di Renzi e dei cugini di Renzi, sul bere molta acqua, sui programmi in prima serata, su quanto sia rivoluzionario il Papa, su quanto fosse forte Maradona, sui litigi di tronisti e grandifratelli, sulle loro ex mogli, sull’educazione dei figli, su Corona e don Mazzi, sulle troppe tasse, sulle parolacce che si possono dire ma le bestemmie invece no e non hanno nulla da dire, niente di niente, nemmeno una foto su Instagram, su questo tempo in cui si augura la morte ai profughi, si spera che affondino i barconi, ci si chiede perché Saviano non sia ancora morto, si discetta sugli stupri che devono capitare alla Boldrini e ci si ingegna nell’analisi lessicale delle cazzate di qualche ministro fingendo di non sapere che certa retorica serva solo come miccia per accendere la feccia.

Abbiamo i meno riservati degli ultimi cinquant’anni ma non riescono a dire una parola sulle piccole disumanità in scia di un partito che instilla una campagna elettorale permanente intenta ad agitare le folle

Abbiamo i meno riservati degli ultimi cinquant’anni, ne conosciamo i gusti sessuali, le intolleranze alimentari e i soprammobili in salotto ma non riescono a dire una parola, prendere una posizione sulle piccole disumanità in scia di un partito che pur essendo azionista (di minoranza) del governo instilla una guerra continua, giorno dopo giorno, in campagna elettorale permanente intenta ad agitare le folle. Sia inteso: non è obbligatorio essere contro questo governo per dichiararsi estranei alla ferocia che si annusa nell’aria ma è obbligatorio ribellarsi (sì, è obbligatorio, e come dice giustamente Roberto Saviano “chi non prende parte ora sarà colpevole per sempre”) al razzismo becero di chi considera l’etnia e la provenienza geografica un valido motivo per morire e essere lasciati morire.

Personaggi televisivi che da anni ci impartiscono lezioni di benpensantesimo da tutte le reti televisive preferiscono parlare della penuria di ombrelloni piuttosto che lasciarsi scappare un giudizio sul presente, sacerdotesse della domenica pomeriggio (quelle maestre dei selfie a culo di gallina con gli ospiti politici e di giudizi censori sullo scibile umano) tranquille nella melma di questi giorni, opinionisti apodittici (di politica, calcio, tennis, moda, reality anche tutto contemporaneamente) scrivono messaggi privati per esprimere una solidarietà che non renderebbero pubblica nemmeno sotto tortura, saggisti tuttologi che vendono sugli scaffali futuri apocalittici ma trovano potabile il presente.

In Italia assistiamo con sgomento ormai alla proliferazione di due categorie opposte di intellettuali: quelli che hanno sempre preso posizione e che difendono con coerenza i propri valori (anche scontrandosi con il , consapevole delle fetide idee che alla è capitato di appoggiare nel corso della Storia) e quelli che non toccano mai le corde sensibili del Paese ma sono sempre in prima fila per prendersi gli applausi. I primi vengono rinchiusi nelle loro gabbie e rimangono a coltivare il proprio giardino di seguaci mentre i secondi temono anche un solo tweet di dissenso e discettano solo di ciò che non rischia di dividere il proprio pubblico.

E succede così che Marchisio e Totti spicchino come liberi pensatori in mezzo a tutti i nani. Ci sono loro, Saviano e quelli che non hanno mai smesso di dire e di lottare. I nostri continuano a cucinare

Job4good

Lavorare nel Non Profit

Educatore

Effettua la registrazione/accesso per poterti candidare.

Accedi per aggiungere Lavoro ai Preferiti

FADV – IT – 1815

EDUCATORE SERVIZIO DI ACCOGLIENZA

Chi siamo:

L’Albero della Vita è una Fondazione che opera in Italia e a livello internazionale con bambini a rischio di povertà ed esclusione sociale, con bisogni di cura e di protezione, con l’obiettivo di assicurare a loro, alle loro famiglie e alle comunità di appartenenza maggiore benessere, l’accesso ai diritti fondamentali e percorsi di sviluppo.

Lavoriamo nelle aree più remote per offrire alle comunità delle opportunità di sviluppo a partire dalle risorse del territorio, contrastando gli effetti del cambiamento climatico; nelle aree urbane più povere con l’obiettivo di tutelare i minori vulnerabili e la salute materno/infantile e fornire opportunità educative.

Breve descrizione della figura cercata

Fondazione L’Albero della Vita seleziona educatori di ambo i sessi per servizio di accoglienza rivolto a nuclei familiari migranti, cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. Il lavoro è articolato su turni diurni, feriali e festivi. Si richiede passione per l’utenza e flessibilità.

Si richiede passione per l’utenza e flessibilità.

Requisiti richiesti:

Durata e tipologia di impegno

Tempo determinato full time, con possibilità di proroga

Luogo di lavoro

Milano

Come candidarsi

Sarà possibile in via preventiva inviare CV a questo indirizzo annuncio.lavoro@alberodellavita.org

Saranno ritenute valide le sole candidature che completeranno la registrazione nel portale www.lavoro.alberodellavita.org in tutte le sue parti e che invieranno il CV solo se in possesso dei requisiti richiesti.

Fondazione L’Albero della Vita ringrazia in anticipo i candidati e informa che saranno contattati solo i candidati selezionati.

Inviare il proprio CV entro e non oltre il 30/06/2018

I Suoi dati personali

A seguito della nuova normativa sulla privacy (Regolamento UE 2016/679), Fondazione L’Albero della Vita, Titolare del trattamento, con sede legale in Via Vittor Pisani 13, 20124 Milano, utilizza i dati che la riguardano esclusivamente per lo svolgimento dell’attività di ricerca, selezione e valutazione del Personale. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi e, in caso di mancata assunzione, saranno conservati per un periodo massimo di 6 mesi salvo Sua richiesta di cancellazione anticipata (opt-out). Per informazioni dettagliate, anche in ordine al Suo diritto di accesso agli altri Suoi diritti, può contattare il nostro RPD al seguente indirizzo email dpo@alberodellavita.org.

International
Andres Machado Sandali con Zeppa da ragazza oro Gold Patent 27 EU Bambino pTZeCOHQ4J
Arab Region
Australia
Bangladesh
Brazil
Burundi
Cambodia
China
Bugatti J64281G Sneaker alte Donna Beige Beige beige 255 41 EU Bugatti J64281G GgdyVa
Dorothy Perkins Famous Sandali a Punta Aperta Donna Marrone Tan 160 41 EU xVtCbCkh
Sneakers per donna Ideal shoes nTuvPZRL
France
Superga 4524Sangallosatinw S00alz0 JxCcy
Ghana
Greece
Guatemala
Haiti
Sneakers rosse per uomo Helly Hansen CnO2cY
Ireland
TG 39 EU Springfield 4TSneaker Washed Canvas Scarpe Donna Rosa E1a eHGUV1PS0z
KangaROOS KLab Schuhe Kinder Sport Freizeit Sneaker Hallen Turnschuhe 14241 Gci3OJtDIU
Lesotho
Liberia
Malawi
Mozambique
39 Trande Sandali donna 3642 EU nero Black 39 nero (Black) Sandali donna 36-42 EU 59Izh
Tamaris 25058 Tamaris 25058 Scarpe da Ginnastica Alte Donna Nero Black Bru/Blk 015 39 EU Scarpe da Ginnastica Alte Donna 39 EU Nero (Black Bru./Blk 015) L0HlIT
Art Sandali IMEET Art ULvG4xyc
Nicaragua
Yiiquan Sandali Donna Giallo Giallo 38 EU kqS1Py7
Pakistan
Philippines
Rwanda
Senegal
Sierra Leone
Somaliland
South Africa
Sweden
Switzerland
Peep Toe Zeppe Hasp Sandali Flatform Scarpe 37Asia 38 Marrone TPg2GOIh
Thailand
Uganda
Sandali bianchi per donna PierreCedric b4S5caR
Zambia
Zimbabwe
ActionAid International Italia Onlus - Via Alserio 22 - 20159 Milano.C.F. 09686720153 - tel. 02.74.200.1 - email sostenitori@actionaid.org Privacy Policy Cookie Policy Handcrafted by Sandali SCHUTZ S 20391 0006 0012 U Toasted Nut U9TMzf1h
Come puoi aiutarci
Cosa Facciamo
Dove Agiamo
Informati
Il Mondo ActionAid
Scegli il paese